Gli interventi a sostegno del mercato

Palazzo Mezzanotte. Operatori alla “grida dei cambi”, anni '70 (Archivio Borsa Italiana)Tra la seconda metà degli anni ’70 e i primi anni '80 vennero presi provvedimenti per contrastare un clima economico italiano e internazionale poco favorevole.
Nel 1977 l’indice raggiunse i minimi storici dal dopoguerra. Per rivitalizzare gli scambi fu adottato allora il sistema del credito d’imposta che pose fine alla doppia tassazione dei redditi e nello stesso anno fu istituito ufficialmente il Mercato ristretto per ampliare l’offerta dei titoli negoziabili.
Ancora nel 1983 la legge n. 169 introdusse nuove agevolazioni fiscali (esenzione d’imposta per le plusvalenze realizzate in fase di cessione) volte a incentivare gli investimenti finanziari.
Il 1985 portò un altro elemento di novità con la legge n. 281 del 4 giugno che, dopo oltre dieci anni di esitazioni e paralisi, rinforzò il ruolo della Consob nella regolamentazione del mercato azionario, attribuendo alla commissione la “personalità di diritto pubblico” e la piena autonomia dal governo come autorità indipendente.

La visibilità internazionale
Nel corso della seconda metà degli anni...
Il boom dei Fondi comuni di investimento
Una consistente ripresa del mercato si...
Il potenziamento delle strutture di servizio
L'espansione del mercato e l'intensificarsi dei...
La chiusura della sala delle grida
Nel 1987, per consentire ingenti lavori di...
Filmato
Fra gesti e grida, 1981...