La fine del ciclo espansivo e la nazionalizzazione elettrica

 Società Adriatica di Elettricità. Titolo di prestito obbligazionario 1949-1974. Il disegno nella parte alta del titolo riproduce una delle dighe della società, 1949 (Archivio Camera di commercio di Milano)Con i primi anni ’60 il ciclo di espansione economica rallentò: la crescita dell’inflazione e l’andamento negativo della bilancia dei pagamenti portarono un’inversione di tendenza mentre l’intervento crescente dello stato nell’economia agì come un fattore depressivo sulla borsa.
I beni rifugio come i titoli di stato e del reddito fisso acquisirono peso rispetto al mercato azionario. La nazionalizzazione dell’industria elettrica portò alla cancellazione dal listino di alcuni tra i titoli più scambiati; altri furono interessati da processi di concentrazione finanziaria, come la fusione Edison-Montecatini del 1966.

Filmato
Premio "Tagliacedole d'oro",...
La legge del 1974 e l'istituzione della Consob
Con l'inizio degli anni '70 la borsa perse quasi...
Milano capitale finanziaria
Gli anni '70 furono anche gli anni in cui la...