Ricostruzione e ripresa degli scambi

Il parterre con in primo piano la “grida A” , una delle due corbeille utilizzate per la chiamata dei titoli azionari, 1962, Olympia (Archivio Borsa Italiana)Dopo la ricostruzione postbellica, nel volgere di pochi anni l’attività riprese a pieno ritmo e per tutti gli anni ‘50 si ebbe una lunga fase espansiva in cui la forte crescita dei corsi azionari accompagnava il generale boom dell’economia italiana.
Il numero delle società quotate rimase sostanzialmente invariato e tra queste crebbero i settori assicurativo, finanziario ed elettrico. In questa fase iniziarono ad essere quotate le holding accanto alle società operative controllate attraverso partecipazioni incrociate.

Il peso della normativa fiscale
Nel 1956 furono proposte dal ministro delle...
Dalla matita copiativa alle schede perforate
Durante la frenetica attività degli anni '50 il...
Filmato
La Borsa,...