Le sedi

Borsa valori di Venezia. Facciata del palazzo costruito nel 1926, sede della Camera di commercio, in via XXII Marzo (Archivio Camera di commercio di Venezia) Prima del sorgere di istituzioni finanziarie moderne, il mercato di Rialto fu per secoli il luogo di incontro spontaneo dei mercanti, dei banchieri e dei cambiatori veneziani. Ancora nel 1860 la comunità finanziaria veneziana non aveva un proprio luogo di riunione definito e le contrattazioni si svolgevano in luoghi diversi tra le nove antimeridiane e il tramonto.
Dalla sua costituzione formale nel 1927 la Borsa valori di Venezia condivise la propria sede con la Camera di commercio nel Palazzo del Commercio in via XX Settembre. Della costruzione dell’edificio, che doveva offrire una degna sede alle istituzioni commerciali cittadine, si fece carico una società appositamente costituita nel 1921, la Società anonima Borsa valori, che fallì nel giro di alcuni anni e cedette gli immobili alla Camera. Gli spazi occupati dalla Borsa valori furono ampliati nel 1950 con l’acquisizione di un palazzo confinante.

L'istituzione
Nel periodo delle riforme napoleoniche nella...
Il mercato
Nella città di Venezia la presenza di...